Post Format

No, non è tutto molto triste. Buon primo maggio

Buon 1mo maggio.

Ho trovato sul blog di Krugman un post recente dove, in alcune slide, riprende un passaggio di Obama del 2010, sull’esigenza di tagliare la spesa per stipendi Usa. Significativo il commento del premio Nobel sopra: “it’s all very sad” , è tutto molto triste.

Sembra di leggere un passaggio del DEF Grilli-Saccomanni-Padoan-Monti-Letta-Renzi: un incredibile taglio alla spesa pubblica per stipendi, ripetuto da ogni Governo sinora presentatosi alle Camere per approvare il DEF, che rinnova il blocco di 1 anno di Renato Brunetta. Dico incredibile come lo dice la Corte dei Conti, preoccupata come non mai perché è incredibile immaginare che la spesa per stipendi passi dal 10,5% al 9,1% nel giro di 4 anni, sotto la media europea al 10,7%. Un settore pubblico dove scuole e università, polizia e carabinieri, cultura e sanità, tribunali e sorveglianza e sostegno nelle carceri invecchiano e si rimpiccioliscono, invece di ringiovanirsi e acquisire competenze.

Invece di rottamare, pensiamo ad investire, sennò rottamiamo l’Italia. Non c’è economia privata senza accanto un settore pubblico scintillante, giovane, motivato, in cui si investe in competenze e in cambio si pretende e si ottiene sostegno essenziale a cittadini ed imprese.

E’ tutto molto triste?

No, c’è tanto che può essere fatto: per il lavoro, per i giovani, per le imprese. E non la garanzia giovani, che a poco serve, due gocce nell’oceano e per di più, come twitta Michele Tiraboschi, con un link al sito “desolatamente vuoto”, perché se non si stimola domanda e innovazione, anche con il settore pubblico, nessuno chiederà lavoro.

Oggi è il 1mo maggio, e sarò in giro a consegnare un po’ di speranza. Tre temi: abbattere l’ottusa austerità europea, servizio civile per i giovani, protezione per le piccole imprese negli appalti. Ecco come riparte l’occupazione.

Buon 1mo maggio.

2 comments

  1. Bel programma. Boldrin l’ha letto?
    Pur Tralasciando i fatti di cronaca riguardo la ex di Tabacci, più che un gruppo sembra un non-gruppo.
    Vale la pena di immischiarsi con questi personaggi? Per restare al di sotto della soglia di sbarramento a quanto pare…
    Cordialmente

    Reply

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*