Post Format

L’anno che verra’, 1982.

30 anni sono passati. 30 anni.

Paolo, Andrea, Xavier, Pierluigi. La finale. Insieme.

Di tutti quei meravigliosi ricordi ne spunta curiosamente uno. Forse me l’ha ricordato un’intervista recente a Cassano dove diceva che non gli piaceva segnare ma passare per il gol.

Ecco, ognuno e’ fatto a modo suo. Anche a me piace il passaggio finale piu’ di tutti, il senso di squadra e’ al suo culmine. Da ragazzino avevo creato la classifica dei migliori “assist man”.

La vinceva sempre uno dei miei 2 eroi, Bruno Conti. Ecco perche’ mi torna alla mente prepotente quel passaggio di Gentile a Conti e quella cavalcata stupenda, accompagnata dalla voce gentile e stupefatta di Nando Martellini, sulla fascia destra. 2 volte alza la testa per vedere Spillo Altobelli mentre scivola sull’erba, volando. E poi. Il passaggio piu’ importante, cosi’ semplice che si puo’ sbagliare.

E poi si’ c’e'il gol, tutti abbracciano Spillo ma io non ero piu’ la’, guardai il mio eroe afflosciarsi con le braccia alzate, fece per sparire dentro la terra verde. Si vede per un micro secondo sullo schermo. Come se dicesse ecco, ho fatto la cosa piu’ bella della mia vita, il passaggio piu’ bello, ora tutto il resto sara’ per il meglio, posso riposare.

Poi si vede il mio Presidente piu’ amato che esulta. Ma chissa’ dov’ero a quel punto sotterrato da Paolo e Andrea, chissa’ se capivo quanto era importante un uomo come Pertini, ancora di piu’ di Bruno Conti e della sua cavalcata.

Li vidi poi tutti e due insieme sull’aereo che li riportava a casa – in bianco e nero – con la coppa ed il sorriso tutti e due del guerriero vincitore. Che poteva riposare.

Ora tocca a noi.

5 comments

  1. Adesso tocca a noi in che senso? Ha un’ idea su quello che possono fare i cittadini in concreto o è un’ esortazione generica?

    Reply
  2. Non so perché ma avrei scommesso sul commento di Giacomo Gabbuti…

    Di Pertini rimarrà la gigantesca eredità morale e politica e quel monito a non solidarizzare mai con i corrotti e con coloro che vi solidarizzano, per amicizia o per partito.

    Reply
  3. Antonella Carusi

    12/07/2012 @ 06:06

    Mi collego a ciò che scrive Francesco, ma noi , sul serio che possiamo fare? Provo a darmi una risposta: dare un segnale quando ci saranno le elezioni?! E che piu’ che altro, che tipo dii segnale?!! Per lavoro mi trovo a parlare con parecchia gente, e a parte il solito sfogo, e le solite critiche, alla fine di ogni discorso, diciamo tutti la solita frase” tanto noi non possiamo fare nulla”….che tristezza…

    Reply

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*